venerdì 24 febbraio 2012

Regolare Manutenzione Ad Una Caldaia In Piemonte

Regolare Manutenzione Ad Una Caldaia In Piemonte

Nella regione Piemonte è obbligatoria l’installazione di impianti termici caratterizzati da alto rendimento energetico e con emissione di ossidi di azoto inferiori agli 80 mg/kWh. Come molti sanno la caldaia ha bisogno di una manutenzione periodica effettuata da un tecnico abilitato, che dopo il controllo deve consegnarvi il “rapporto di controllo tecnico dell’impianto”. La periodicità dei controlli per potenzialità Pn-35 kW sono ogni due anni se l’impianto è installato da più di due anni, ogni due anni per i generatori di tipo B se installati nei locali abitati e ogni quattro anni per tutti gli altri tipi di impianto. Per le potenzialità Pn-=35 kW devono essere eseguiti ogni anno, mentre per tutti gli impianti alimentati da combustibili liquidi la manutenzione deve essere eseguita ogni anno a prescindere dal livello di potenzialità, invece per gli impianti a combustibili solidi è obbligatoria la manutenzione annuale. Se la potenza totale dell’impianto è maggiore di 350kW è prevista una verifica del rendimento energetico che deve essere effettuata intorno alla metà del periodo del riscaldamento attuale. Ogni impianto è sicuramente dotato di un libretto di impianto, che deve essere conservato, dove viene riportata la descrizione dei principale componenti dell’impianto, i dati relativi alle operazione di manutenzione effettuate e delle verifiche strumentale e dei vari controlli effettuati dagli enti locali. Il bollino verde è obbligatorio per tutti gli impianti termici e deve essere apposto da un manutentore abilitato ogni due anni per gli impianti che hanno potenza maggiore ai 35kw mentre ogni quattro anni per tutti gli impianti che hanno una potenza inferiore a quest’ultima.
Share This

Nessun commento:

Seguici su

Google+ Followers

Lettori fissi

Designed By Blogger Templates