domenica 26 marzo 2017

Mec Fabbro Firenze

Inconvenienti di natura domestica, come il rimanere chiusi fuori casa o l’impossibilità di aprire la porta d’ingresso per via dello spezzamento della chiave all’interno della serratura o per l’eccessiva presenza di ruggine e sporcizia o ancora per la scarsa lubrificazione/manutenzione, sono sempre dietro l’angolo.

Per questo motivo, Fabbro Firenze mette a disposizione un servizio di apertura porte senza scasso, attivo 24 ore su 24 e 365 giorni all’anno in tutte le zone di Firenze e la provincia di Firenze. A seguito della tua telefonata al numero in sovra impressione, un tecnico qualificato del nostro staff si recherà immediatamente sul posto (in genere entro un’ora) e risolverà il problema in tempi brevi. La tempestività, come si può immaginare, è tutto nel nostro lavoro che non si limita solo all’apertura di porte e porte blindate, ma anche sull’innalzamento di sicurezza del tuo contesto abitativo/lavorativo.

L’aumento dei furti negli appartamenti ha fatto sì che sempre più persone richiedano porte blindate e l’aggiornamento della serratura. Il modello a doppia mappa, oggigiorno insufficiente in termini di protezione, specie contro il grimaldello bulgaro. Sempre più clienti ci richiedono il passaggio alla serratura a cilindro europeo che, oltre ad avere una chiave meno ingombrante, è munita di corpo e rotore con barra centrale anti strappo e protezione anti trapano. Fabbro Firenze propone servizi anche per negozi, centri commerciali, uffici, imprese, alberghi ed enti pubblici. Perciò, se la serranda della tua attività fa le bizze o ancora se hai smarrito le chiavi della cassaforte del tuo magazzino aziendale, dove sono contenuti contratti di lavoro, software e preziosi vari, contattaci subito.

Con noi, il problema è risolto in men che non si dica. Su richiesta, Fabbro Firenze propone anche cancelli ad uso privato e cancelletti ad uso aziendale, rigorosamente in ferro battuto. Soluzioni artigianali ed uniche, in quanto separano il contesto privato da quello pubblico con classe ed eleganza, data, su richiesta, da fregi e stemmi. Per maggiori informazioni sui nostri sevizi o per un preventivo gratuito, non esitare a metterti in contatto con i tecnici di Fabbro Firenze.
Visita il sito www.mecfabbro.it
Continue Reading

mercoledì 15 marzo 2017

Prodotti naturali per il riscaldamento a biomassa

Quando pensiamo al riscaldamento di casa, una delle prime cose che ci viene in mente sono tutte le forme “classiche” del riscaldamento, ovvero termosifoni e caldaie.
Il riscaldamento a biomassa è una forma alternativa di riscaldamento domestico che sfrutta l'energia dei materiali vegetali, i quali una volta bruciati si tramutano in una valida fonte di calore. Dunque quali sono i principali vantaggi di questo riscaldamento secondario, e perchè mai potremmo preferirlo a quello di tipo tradizionale?

Prima di tutto per una questione ecologica; le biomasse infatti devono provenire da piante o alberi già morti, evitando quindi di abbatterne di vivi. Possono essere anche dei residui agricoli, scarti biologici o rifiuti urbani. Insomma tutto ciò che dalla natura può essere trasformato direttamente, o tramite trattamenti ecologici, in combustibile.

Esistono vari tipi di caldaie a biomassa, tra cui:

Pellets: deriva dagli scarti di lavorazione del legno, è come una sorta di segatura essiccata che consuma molta meno energia rispetto al metano e al gasolio ( parliamo di un rapporto di 2,7% contro il 10/12% ). Inoltre il pellet a differenza del classico legname, è in grado di riscaldare fino al doppio della potenza a parità di volume.

Cippato:è un legno derivato da tronchi e rami ridotti in scaglie da una macchina.

Bricchette: si tratta di legno pressato di diverse forme e grandezze, derivante da resti di legname non trattato e secco. Hanno più potere calorifico e producono meno “scarti ambientali” dei classici ciocchi di legno, quali fuliggine, cenere e zolfo. Risultano quindi meno inquinanti per quanto riguarda il loro impatto ambientale.

Trucioli: sono lavorati di metallo o legno che a seconda della produzione assumono la classica forma a ricciolo (tornitura), o elicoidale (nella foratura).

Il riscaldamento a biomassa è una importante alternativa in quanto rappresenta una forma più ecologica ed economica di riscaldamento, soprattutto in termini di rispetto per l'ambiente.
Gli svantaggi principali della legna sono i seguenti: la combustione prodotta dai ciocchi richiede un elevato utilizzo d’aria, che causa l’abbassamento della temperatura di fiamma rendendo meno combustione finale.

Inoltre la dispersione di polveri sottili nell'aria è inevitabile quando si brucia legna in grande quantità e dai grandi volumi.

Caldaie Pelucchi è attivo sulla piazza di Roma per assistenza di ogni genere sul riscaldamento domestico e commerciale.
Continue Reading

sabato 11 marzo 2017

Novità sul riscaldamento da biomasse in casa

Un interessante spunto sul riscaldamento da biomasse. In questo modo potrai riciclare, risparmiare e produrre aria e acqua calda pulite.

Le grandi industrie che producono impianti di riscaldamento già stanno lavorando per poter fornire alla nuova clientela un tipo di riscaldamento domestico basato sulle biomasse.

Il motivo è che il riscaldamento da biomasse ha acquistato notorietà per il suo rendimento a basso costo, il suo impatto ecologico e perché può essere sostituito anche su caldaie, camini e stufe a legna, pellet o cippato. Questo tipo di riscaldamento da biomasse promette emissioni molto basse e un rapporto tra rendimento e risparmio ottimo.

Stufe, caminetti, caldaie a biomasse, sono visti riscaldamento alternativo valido, efficiente ed ecologico. Anche qui, però, subentra un fattore importante e cioè quello dell'utilizzo di combustibili certificati o legna stagionata.

Un altro fattore ugualmente importante è quello di avere una canna fumaria che funzioni regolarmente e, naturalmente, che venga revisionata regolarmente chiamando personale qualificato .

Le ricerche condotte dal Politecnico di Milano, sottolineano che l’Italia è il paese con il mercato più grande in Europa per l'acquisto di caldaie a pellet: quasi 2 milioni di nuove installazioni, di cui oltre il 70% presenti al Nord e circa il 50% usato come fonte primaria per il riscaldamento.

Materiali di combustione per il riscaldamento da biomasse


I combustibili naturali che possono essere utilizzati per il riscaldamento da biomasse sono: legna ecologica (ricavato da piante già morte), pellet (avanzi di legname essiccati e compressi), cippato (ottenuto da tronchi e ramaglie di legno tagliati in scaglie), bricchette (trucioli e segatura pressati ), trucioli (residui del legno lavorato), sansa di olive e nocciolino (estrazione dell’olio di oliva: la sansa, il nocciolino prodotto dalla denocciolatura delle olive in pre-spremitura).

Questi ultimi due tra l'altro sono prodotti naturali al 100% perché vengono presi dalla lavorazione delle olive senza additivi aggiunti e vengono elaborati con procedimenti industriali esclusivamente meccanici. Hanno un prezzo più basso del pellet ma la loro disponibilità è legata alla redditività della campagna olivicola.

Macchine per il riscaldamento da biomasse


Gli apparecchi di cui ti poi avvalere per creare un tipo di riscaldamento da biomasse nel tuo ambiente domestico sono caldaie, camini, termocamini e stufe di nuova generazione.

La differenza tra le macchine la fa l'alimentazione a KW. Infatti una caldaia funzionante con pochi KW può andare bene per un ambiente domestico familiare, riscaldando a biomassa legnosa, mentre aumentando fino ad arrivare ad alimentazioni a MW, si possono riscaldare grandi utenze ed il teleriscaldamento.

Caminetti, termocamini, stufe, termostufe e caldaie non vengono comprati solo per il riscaldamento da biomasse ma anche per garantire acqua calda in tutta casa.

Come accennato poc'anzi, i grandi marchi stanno investendo molto nell'innovazione sotto il punto di vista del riscaldamento da biomasse e di automazione nel controllo della combustione e della rimozione degli scarti quali ceneri e fumi. Per questo sono famosi per avere rendimenti alti ed emissioni basse.

CaldaieGCS
Facebook 
Google+
Continue Reading

mercoledì 1 marzo 2017

Assistenza Condizionatori Firenze Ricariche Gas Pulizia Filtri

Oggi vi presentiamo il servizio di assistenza condizionatori a Firenze e provincia che offre riparazione manutenzione, ricariche gas, pulizia filtri, su condizionatori e climatizzatori di ogni marca e modello, per qualsiasi tipo di informazione visita il sito della ditta condizionatoripessot.it che effettua assistenza condizionatori, ricariche gas e pulizia filtri su condizionatori di ogni marca a Firenze e provincia anche per urgenze 24 ore su 24.



Assistenza condizionatori Pessot Firenze e provincia effettua tutti i servizi di routine annuali che si effettuano per l'assistenza sui condizionatori, come la pulizia dei filtri in ogni parte del condizionatore, e la ricarica gas annuale dei condizionatori.


Assistenza condizionatori Firenze effettua ricariche gas e pulizia filtri sui condizionatori delle seguenti marche:

Acson, Aermec, Air Blue, Airwell, Akira, Amcor, Amstrad, Argo, Ariagel, Ariston, Artel, Artide, Auxclima, Beko, Bimar, Bosch, Carrier, Climastar, Comfee, Convair, Cosmogas, Daikin, Delchi, Delkin, De'Longhi, Dianclima, Domus Motors, Dual, Dynamic, Dyson, Easyclima, Ecoflam, Elberg, Elektroclima, Emerson, Emicon, Emmeti, Fair, Fantini Cosmi Fanair, Ferroli, Frestech, Frimec, Galanz, Galletti, Gree, Haier, Hamilton, Hilton, Hisense, Hitachi, Hokkaido, Howell, Hyundai, Imetec, Irradio, Isolclima, Italclima, Italkero, Joycare, Kendo, Kennex, Lamborghini, Laminox, LG, Likeair, Little Swan, Loren Sebo, Maxa, McQuay, MD, Midea, Miekip, Mitsubishi, Nankaj, Norca, Olimpia Splendid, Olympic, Panasonic, Parkair, Pilot, Raybo, Rex Elctrolux, Saeco, Samsung, Sanyo, Schaub Lorenz, Seveso, Sharp, Siemens, Sigma, Sinudyne, Sirge, Sova, Soyea, Starlight, Sunbury, Sushima, Tadiair, Tadiran, Taiya, Tata-Fujitsu, Tcl, Teac, Teco, Tekno Point, Terim, Tianjinkongtiao, Tianyuan, Tobo, Toshiba, Toyo, Toyotomi, Trane, Uniflair, Vaillant, Vortice, Wanbao, Westim, Whirlpool, Winia, X-base, Yama, Zephir.

Puoi seguire la ditta assistenza condizionatori pessot firenze su google plus
+CondizionatoripessotIt
O sulla pagina facebook
facebook.com/Assistenza-Condizionatori-Firenze-Ricariche-Gas-Pulizia-Filtri
Continue Reading

venerdì 24 febbraio 2017

Sostituzione della caldaia con 65% di detrazioni fiscali

Caldaie GCS Roma fornisce manutenzione annuale ed ordinaria, la riparazione, l'installazione di caldaie di ogni marca e modello. Quando vengono chiamati per un intervento di controllo annuale, sarà loro premura rilasciare l'apposito bollino nel rispetto delle leggi attualmente in vigore.

 
Sostituzione caldaia con 65% detrazione fiscali

Assistenza caldaie Roma

Caldaie GCS Roma offre delle tariffe convenienti aseconda di ogni esigenza. Su caldaie installate dall'aziendastessa, Caldaie GCS Roma offre tecnici per assistenza caldaie, con qualifiche, certificati e abilitazioni alla L.46/90. Le chiamate e i pezzi di ricambio sono a carico dell'azienda.

Per interventi anche urgenti di riparazione emanutenzione

Caldaie GCS Roma è può riparare per te qualsiasi marca dicaldaia e qualsiasi modello delle varie marche, anche le più datate. L'azienda è sempre fornita di pezzi di ricambio e anche di caldaie nuove di ogni marca. Inoltre puoi usufruire degli sgravi fiscali se cambi la tua caldaia fino a un massimo del 65% con un finanziamento a rate comode e un tasso dello 0%. L'unica azienda per caldaie a offrire queste offerte così vantaggiose per i propri clienti.

Vantaggio doppio per cittadini di Roma che volessero trarre vantaggio da questa azienda.

Caldaie GCS Roma fornisce riparazioni alle tubazioni dei radiatori, sui sanitari e agli scambiatori sanitari e primari delle caldaie. È disponibile anche per urgenze in pronto intervento 24 ore. Anche nei giorni festivi.

Se sei curioso di sapere quanto possano costare i loro servizi, chiamali e chiedi un preventivo gratuito e senza impegno.

Per assistenza, manutenzione, riparazione, revisioni, bollino blu,bollino verde su caldaie in zona Roma c'è Caldaie GCS Roma.

Assistenza Caldaie Roma di CaldaieGCS
Continue Reading

martedì 4 ottobre 2016

Come proteggere il tetto con la guaina liquida con resina

Oggigiorno il legno rappresenta una scelta molto diffusa anche per i tetti delle case, non solo per gli arredi interni e per i rivestimenti. Il motivo? I tetti in legno sono resistenti, molto eleganti ed altamente efficienti per via del loro potere termico, che assicura massima riparazione da caldo e freddo, e del loro potere isolante, fondamentale per combattere l’inquinamento acustico. Partendo dall’assunto che i nuovi prodotti in commercio fanno sì che impermeabilizzare i tetti in legno sia decisamente semplice, in questo articolo vedremo come proteggere il tetto con la guaina liquida con resina.

La saldatura a fiamma dei teli è il presupposto essenziale per poter contare su un’efficiente guaina impermeabilizzante per il tetto. I teli vanno preparati, per garantire la tenuta alle infiltrazioni dell’acqua: occorre riscaldarli e poi applicarli sulle singole parti di giuntura. Bisogna poi tappezzare le parti bucate o nell’eventualità lesionate. I professionisti del settore, in genere, scansionano con gli infrarossi e controllano se ci sono nel legno ristagni d’acqua o tracce di umidità.


Per l’impermeabilizzazione del tetto in legno, le guaine devono essere progettate ad hoc: sul mercato, ne esistono diverse tipologie. Il potere di resistenza al sole, infatti, è variabile. Ad esempio, per raggiungere facilmente ogni angolo, si consigliano le guaine impermeabilizzanti liquide, ad azione rapida.


In riferimento a come proteggere il tetto con la guaina liquida con resina, è di cruciale importanza la preparazione della superficie di posa, in modo da ottimizzare la tenuta nel tempo. Il livello di protezione deve essere alto: in genere, l’uso di vernici dall’alto potere riflettente e con pigmenti in alluminio consente di minimizzare la temperatura delle guaine che, di fatto, non vengono danneggiate dall’alto calore, dovuto all’esposizione del tetto al sole.

Capitolo resine impermeabilizzanti per il legno: quali scegliere? Gli addetti ai lavori suggeriscono le resine acriliche, le resine poliuretaniche e le resine epossidiche. Cos’hanno in comune? 
L’alto livello di impermeabilizzazione di superfici ampie e la garanzia di riparazione di falle, per via delle loro caratteristiche chimico-fisiche. L’impermeabilizzazione del legno, grazie a queste resine, avviene tramite indurimento del legno stesso. Le deformazioni stagionali, a seguito dell’uso di queste resine, non andranno mai ad intaccare le zone impermeabilizzate del tetto. La traspirazione del legno, infine, a seguito dell’uso di queste resine, resta intatta.


Il tetto in legno è quello di scegliere le resine impermeabilizzanti, in particolare le resine poliuretaniche, epossidiche o acriliche, tutte caratterizzate da un elevato grado di impermeabilizzazione.
Continue Reading

Impianto riscaldamento a pavimento i pro e i contro

Nelle nuove costruzioni, l’impianto di riscaldamento a pavimento sta sostituendo sempre più i termosifoni. Trattasi di ritorno al passato, visto che l’uso dell’impianto riscaldamento a pavimento avveniva già tra gli anni ’50 e ’70. 

Obiettivo di questo post è quello di presentare al meglio la tematica ”Impianto riscaldamento a pavimento i pro e i contro”, non prima di averne dato una definizione. Cos’è? Una sorta di sistema di tubazioni, collocate sotto il pavimento ed accostate a pannelli isolanti, la cui emissione di calore uniforme avviene dal basso verso l’alto.


Quali sono i pro dell’impianto riscaldamento a pavimento?
·       Vantaggio economico ed ambientale: all’inizio i costi sono superiori alla media (oltre il 50% rispetto all’impianto di riscaldamento tradizionale). Poi ogni anno, il risparmio energetico è di 25 punti percentuali

·      Impianto di raffrescamento: è possibile eseguire la conversione del sistema, immettendo acqua fredda (anche attorno ai 15 gradi) al posto di acqua calda. Si risparmiano le spese del condizionatore

·      Addio a polveri, acari e muffe, nocivi per la salute: con il riscaldamento a pavimento, l’aria mantiene quel tasso di umidità, cruciale per la caduta delle particelle nocive
·       Diffusione uniforme del calore negli interni

·       Uso di energie rinnovabili
·       Meno interventi di manutenzione, rispetto ai classici radiatori
Quali sono i contro dell’impianto riscaldamento a pavimento?
·       Costi più alti in fase iniziale: lo abbiamo già detto all’inizio
·       Nell’eventualità di danni alle tubazioni, occorrerà rimuovere il pavimento o almeno una parte del pavimento

·       La pavimentazione va alzata di 5 cm minimo. In caso di ristrutturazione della casa, la cosa può rappresentare un problema

Questi nel complesso i pro ed i contro dell’impianto riscaldamento a pavimento.
Continue Reading

lunedì 26 settembre 2016

Come risparmiare gas con un buon uso della caldaia alcuni consigli

Con l’arrivo dell’inverno, diventa fondamentale riscaldare l’ambiente domestico. Conseguentemente, i costi del gas tendono a salire. In media, l’aumento è del 50% rispetto al consumo energetico annuale. Tuttavia, è possibile spendere di meno. Come? Ecco alcuni consigli in riferimento a come risparmiare gas con un buon uso della caldaia.

Abbassare gli avvolgibili, chiudere le persiane dopo il tramonto, avere infissi isolanti è essenziale per eliminare le fughe di calore e i fastidiosissimi spifferi. Al fine di impedire la dispersione termica fra il caldo interno ed il freddo esterno è opportuno installare i doppi vetri.



Se poi vi accingete ad effettuare una ristrutturazione dell’ambiente interno, è opportuno optare per caldaie ad alta efficienza e per impianti di riscaldamento a bassa temperatura. Tanto per dirne una, gli impianti a pavimento, tanto retrò, sono altamente efficienti. Per risparmiare sul riscaldamento domestico, in tal senso, gli esperti suggeriscono l’installazione di valvole termostatiche sui radiatori classici e la limitazione dell’impianto di riscaldamento solo con l’arrivo dell’inverno (e del freddo). 

Per ciò che concerne gli impianti condominiali centralizzati, si suggerisce di utilizzare sistemi per la contabilizzazione separata del calore. Tenendo chiuse le porte delle stanze non utilizzate, come cantine, ripostigli o stanze per gli ospiti, si impedirà la circolazione di aria calda e di aria fredda. Di fatto, la caldaia lavorerà di meno.

Tra i migliori consigli in riferimento a come risparmiare gas con un buon uso della caldaia, citiamo l’impostazione della temperatura interna a 19 gradi. Aumentarla di un solo grando, vuol dire aumentare i consumi di 8 punti percentuali. Troppi.
Non utilizzare tende troppo lunghe o coprenti: se i tendaggi arrivano fino al pavimento, è bene cambiarli. Si possono risparmiare diversi soldini.

Di notte è opportuno spegnere la caldaia. A tal proposito, è preferibile impostare il timer, azionando la caldaia due ore prima che via alziate.

Spendere meno soldi si può. Basta solo un po’ di accortezza.
Continue Reading

martedì 26 luglio 2016

Corto circuito elettrico in casa? Alcuni consigli

Il cortocircuito è alla base di alcuni imprevisti elettrici che possono determinare anche gravi disagi.
Per riuscire a fronteggiare una situazione del genere occorre, innanzitutto, definire questo evento elettrico: il cortocircuito nasce dal contatto tra una fase e un neutro e ciò può verificarsi accidentalmente o a causa del malfunzionamento di un apparecchio/elettrodomestico.
Nel momento in cui i due conduttori si incontrano con una resistenza nulla (e si verifica il cortocircuito) in quel punto si raggiunge il massimo valore, l'impianto magnetotermico si apre e si interrompe il circuito, il flusso di corrente.
Spiegato in termini più semplici: il cortocircuito si ha quando avviene un passaggio di corrente di forte intensità causato da un tratto di circuito danneggiato.
Questo tipo di evento si manifesta più facilmente in edifici vecchi; in tale caso,infatti, si possono riscontrare anche incendi dovuti ai cavi ormai usurati dal tempo e che hanno perso la loro capacità d'isolamento e il calore che si viene a creare per effetto Joule ( l'effetto joule è il nome del fenomeno che riguarda la produzione di calore in un cavo, calore che viene prodotto in misura proporzionale al quadrato dell’intensità di corrente che attraversa lo stesso cavo. )
Negli edifici di più recente costruzione (o ristrutturati), il flusso eccessivo di corrente fa entrare in azione un eventuale dispositivo di sicurezza la cui funzione è proprio quella di proteggere il circuito, come ad esempio il salvavita.
Quando ciò avviene bisogna cercare di individuare su quale circuito si è verificato il corto e intervenire adeguatamente.
Data la delicatezza dell'argomento e le possibili drammatiche conseguenze (il rischio di morte è concreto), qualora decideste di intervenire autonomamente, noi vi invitiamo a contattare un elettricista qualificato.


L'unico consiglio che vi diamo se avviene un corto circuito nella vostra abitazione, è quella di chiamarci e un nostro elettricista esperto arriverà subito a casa vostra e interverrà nel migliore dei modi per risolvere il problema.
Continue Reading

martedì 15 marzo 2016

Coga Assistenza Tecnica Caldaie

In ottica sicurezza ed in relazione ai consumi, non ci sono dubbi sul fatto che la caldaia necessiti della massima attenzione. Guasti e mancato funzionamento del riscaldamento in pieno inverno sono più frequenti di quanto si possa pensare.

Per evitare di non riuscire ad usufruire dell’acqua calda, Assistenza Caldaie Firenze si avvale dei migliori idraulici sul territorio. In materia di manutenzione programmata caldaie, la nostra ditta propone contratti biennali o quadriennali, finalizzati alla sicurezza dell’impianto. Per quanto riguarda la riparazione delle caldaie, gran parte dei malfunzionamenti si registrano con l’arrivo dell’inverno, a causa del prolungato inutilizzo nel corso dell’estate.

La rimessa in moto, spesso, dà problemi. Altre volte è la pompa ad essere bloccate. In altre circostanze, invece, è questione di bassa pressione o di irregolarità nella combustione o ancora di rottura delle tubature. Per ciò che concerne l’assistenza caldaie, la nostra ditta assicura un servizio di pronto intervento per installazione, manutenzione, controllo, revisione, riparazione e bollino blu, rilasciabile dopo averne constatato il corretto funzionamento.

Tutto ciò, su caldaie di ogni modello e di ogni marca, come Arca, Biasi, Elm, Beretta, Ariston, Sime, Baxi, Riello, Lamborghini, Tata, Cosmogas, Step, Ferroli, Hermann e molti altri ancora. Alla fine delle operazioni, rilasciamo la certificazione che ne attesta la conformità. Per saperne di più o per un preventivo gratuito, contatta Assistenza Caldaie Firenze al numero che vedi in sovraimpressione.
Visita il sito www.cogassistenzatecnicacaldaie.com
Continue Reading

Seguici su

Google+ Followers

Lettori fissi

Designed By Blogger Templates