sabato 29 gennaio 2011

Fare il bagno nella roccia - Vasche da bagno in pietra

Fare il bagno nella roccia - Vasche da bagno in pietra

La pietra da sempre ha rappresentato la grandezza della natura, la sua solidità, ha da sempre espresso il concetto dell'eternità essendo l'elemento naturale per eccellenza. Ed è proprio per questo che anche nell'arredamento non è mai passata di moda, proponendosi prepotente nei pavimenti, ad esempio, o in raffinati complementi d'arredo sia per interno che per esterno.
Anche nell'arredo della stanza bagno, la pietra viene particolarmente valorizzata nei rivestimento per le pareti, nei lavandini e da ora anche nelle vasche. Ebbene si, questa sembra essere l'ultima frontiera dell'arredamento per il bagno. La suggestione di immergersi in una conca che pare scavata nella roccia, infatti, ha effettivamente un fascino del tutto particolare.
Ne sono convinti anche i designer di prestigiosi marchi per l'arredo bagno che hanno, infatti, lanciato sul mercato novità abbastanza interessanti.
Solidea, ad esempio, ha scelto come materia prima per le proprie vasche, il prestigioso marmo di Carrara, disegnato e modellato dalla prepotente personalità di Carlo Colombo.
La vasca in questione è un monolite di marmo che ha una forma irregolarmente affascinante, divenendo così un pezzo unico e raro, particolarmente ricercato.
Ha una base rettangolare, ma grazie ad un suggestivo movimento delle pareti esterne, diviene ovale al bordo restando, però, molto accogliente ed ampia all'interno, per poter comodamente ospitare il potenziale fruitore.
È disponibile in due diversi tipi di marmo di Carrara, la pietra Serena e la pietra Sinai, e la possiamo trovare in due lunghezze, 190 e 210 cm per 130 cm di profondità e 55 cm di altezza.
Anche Zainielli Bagni si è cimentata in questa nuova forma d'arredo, e da un'ispirazione che riprende la tradizione dei frantoi utilizzati per frangere le olive, ha dato vita alla nuova collezione CNC di lavandini e vasche da bagno in pietra naturale.
Il fascino di questo materiale viene abbinato alla perfezione ad un design fatto di linee essenziali, utilizzate proprio per esaltare i dettagli.
Lo strano nome della collezione disegnata da Mr Smith Studio/Milan è dato dal nome della tecnologia utilizzata per costruire questi complementi d'arredo, la lavorazione a controllo numerico. Ciascun elemento viene scavato in un unico blocco di materiale, personalmente scelto e approvato dal proprietario dell'azienda, Luca Zainielli. La vasca in particolar modo ha una pianta ovale che non solo richiama, ma addirittura enfatizza la classica forma totemica dei lavabi, e lo schienale interno è inclinato per assicurare ogni tipo di comfort durante la fruizione.
Share This

Nessun commento:

Seguici su

Google+ Followers

Lettori fissi

Designed By Blogger Templates