lunedì 3 aprile 2017

CONTABILIZZAZIONE DEL CALORE E TERMOREGOLAZIONE: PROROGA AL 30 GIUGNO 2017

CONTABILIZZAZIONE DEL CALORE E TERMOREGOLAZIONE: PROROGA AL 30 GIUGNO 2017

Ecco la notizia che in molti aspettavano con trepidazione e che alcuni si aspettavano.
Negli ultimi giorni del 2016 è giunta la notizia che molti attendevano: il Governo, con il decreto Milleproroghe (D.Lgs 30 dicembre 2016, n. 244, art. 6, comma 10), ha rinviato al 30 giugno 2017 il termine entro il quale diventa obbligatorio installare sistemi di termoregolazione e contabilizzazione del calore nei condomini con impianti centralizzati (il D.Lgs. 102 del 2014, recependo la direttiva 2012/27/UE, aveva inizialmente stabilito la scadenza al 31 dicembre 2016, prevedendo, in caso di inadempimento, multe dai 500 fino ai 2.500 euro).

La proroga era stata richiesta a gran voce e addirittura prevista da alcuni. Fin dai mesi precedenti alla prima scadenza, diversi enti ed associazioni di categoria avevano espresso dubbi e perplessità , soprattutto su alcuni punti: tempistiche tecniche, ritardi normativi, sovraccarico di maestranze e imprese con impossibilità a procedere nei lavori per tempo.
Ma finalmente la proroga è arrivata!

Il nuovo termine del 30 giugno 2017 cade nel pieno della stagione  ottimale in cui  installare questo tipo di strumenti: nella stagione estiva infatti, non si arreca disagio a nessuno se si tengono spenti  e svuotati gli impianti di riscaldamento.
Quindi si potranno avviare i lavori solo al momento dello spegnimento degli impianti centralizzati, in una data che oscilla tra la fine di Marzo e l'inizio di Aprile, a seconda del clima e delle aree geografiche.
Vi invitiamo, comunque, a non attendere gli ultimi mesi per realizzare i lavori richiesti perchè si prevede un aumento della richiesta d'intervento dei tecnici professionisti e il rischio è quello di non riuscire a mettersi in regola entro il termine della proroga.

DETRAZIONI FISCALI E RISPARMIO

Diventa quindi fondamentale anticipare questa fase e muoversi per tempo per avere modo di valutare le singole situazioni, evitando di concentrare il pieno delle attività negli ultimi mesi disponibili e tenendo ben presenti alcune informazioni essenziali in termini di risparmio e detrazioni fiscali:
    Con l'installazione di strumenti di contabilizzazione e di termoregolazione si modificano le ripartizioni delle spese e si può ottenere fino al 30% di risparmio energetico annuale, diventando effettivamente responsabili dei propri consumi.
    Il disegno di legge di bilancio per il 2017 proroga fino al 31 dicembre 2017 la misura delle detrazioni al 65% per le spese relative ad interventi di riqualificazione energetica degli edifici.

Diventa quindi molto importante non farsi influenzare dalla nuova proroga per installare sistemi di termoregolazione e contabilizzazione al 30 giugno. Bisogna muoversi rapidamente e fin da subito per avere il tempo utile di fare tutte le valutazioni del caso e poter usufruire - finché sono disponibili - delle detrazioni fiscali oggi concesse dalla legge. Ma soprattutto approfittare del tempo concesso in più per trovare progettisti e professionisti certificati per realizzare un lavoro ad hoc che possa garantire un risparmio effettivo sul lungo periodo.


TERMOREGOLAZIONE E CONTABILIZZAZIONE DEL CALORE: DEFINIZIONE E STRUMENTI
Vediamo di far chiarezza e definire in modo chiaro e semplice cosa si tratta per Termoregolazione e Contabilizzazione del calore.
    Termoregolazione: La termoregolazione serve a fare in modo che un impianto di riscaldamento eroghi solo il calore che serve  (quando serve e dove serve) : limitando gli sprechi e riducendo la bolletta energetica.
    Contabilizzazione del Calore: questa, invece, serve a misurare i consumi: non migliora l'efficienza dell'impianto, ma induce i condòmini ad abbassare il livello delle valvole allo stretto indispensabile, riducendo i consumi superflui.


Gli strumenti utilizzati per la termoregolazione e la contabilizzazione del calore sono:

    Ripartitore Elettronico dei Consumi.
Il ripartitore elettronico è un dispositivo per la ripartizione delle spese di riscaldamento mediante acquisizione dell’energia termica emessa dai radiatori; la trasmissione dei dati di consumo rilevati avviene tramite un segnale radio alle antenne di ricezione del sistema.
Sono disponibili dispositivi a singolo o a doppio sensore.
L’impiego principale è negli impianti di riscaldamento centralizzati a distribuzione verticale, dove l’energia termica viene erogata direttamente alle utenze.

    Contatore Elettronico.
Il contatore elettronico serve a rilevare in maniera precisa i costi di riscaldamento di ogni singolo appartamento in condomini con impianto centralizzato. Si applica ad impianti a distribuzione orizzontale nei quali ogni inquilino può regolare autonomamente la temperatura agendo su termostati o cronotermostati. Il contatore permette di misurare volume e salto termico dell’acqua che circola nell’appartamento e calcolare così il consumo di calore.

    Cronotermostato e Valvole di Zona.
Il cronotermostato è un dispositivo nato per il risparmio energetico che serve per la regolazione della temperatura ambiente secondo un andamento prescelto nel tempo in base a diverse fasce orarie o in diverse giornate. Per fare questo il cronotermostato regola la valvola di zona (o valvola motorizzata), che regola l’afflusso di acqua calda ai radiatori. In sistemi con contatore elettronico, quando la valvola è aperta viene registrato l'effettivo calore utilizzato, mentre quando la valvola è chiusa o è raggiunta la temperatura desiderata viene azzerato il consumo.

    Sistema di Termoregolazione in Radiofrequenza.
I sistemi di termoregolazione in radiofrequenza sono sistemi di controllo per radiatori e valvole di zona con tecnologia di comunicazione wireless. I regolatori digitali motorizzati per valvole da radiatore ricevono  i valori di temperatura dal programmatore ambiente (Cronotermostato). Con questi sistemi i tempi per le operazioni di installazione nonché i costi vengono notevolmente ridotti. Inoltre, la termoregolazione in radiofrequenza consente di non intervenire sulle opere murarie rappresentando l’ideale per le abitazioni esistenti.
Share This

Nessun commento:

Seguici su

Google+ Followers

Lettori fissi

Designed By Blogger Templates