lunedì 23 gennaio 2012

Tutte le scuole in classe energetica A, il programma del ministro Profumo

Tutte le scuole in classe energetica A, il programma del ministro Profumo

La fattura inerente all’energia di tutti gli edifici scolastici italiani di ogni ordine e grado raggiunge i 12,5 miliardi di euro all’anno. La maggior parte degli edifici sono classificati “G”, per classificarli al livello “A”, in modo di potersi allineare con il programma Europeo 20-20-20, significa ridurre il costo a 3 miliardi risparmiandone così 9,5. Questo è l’aspirazione di un progetto di Francesco Profumo, neo ministro dell’istruzione università e ricerca, dichiarato da egli stesso alla Commissione Cultura della Camera dei Deputati.

Su tutto il territorio italiano, ci sono oltre 10 mila scuole, ospitate in edifici mal conci e poco ben mantenuti, il 75 % di questi edifici è stato costruito prima degli anni 80’, in termini di superfici raggiungono i 64 milioni di metri quadrati da riscaldare. Ciò significa che si ha un costo di 200 euro al metro quadro ogni anno, fattura che viene saldata dai diversi comuni e province. Queste cifre sono state presentata durante il convegno dal ministro stesso, che ha affermato anche che se tutti gli edifici scolastici raggiungono la classe “A” la spessa annua si ridurrebbe a 35 euro al metro quadro, e i 9,5 miliardi di euro risparmiati verrebbero investiti in altri scopi. Purtroppo il progetto non risulta al quanto facile. Inoltre in nuovo ministro ha un altro obiettivo in mente, quello di mettere in sicurezza molti edifici scolastici che sono stati dichiarati insicuri.
Share This

Nessun commento:

Seguici su

Google+ Followers

Lettori fissi

Designed By Blogger Templates