venerdì 4 novembre 2011

Come Spurgare un calorifero

Come Spurgare un calorifero

Può capitare che un calorifero non si riscalda, questo è dovuto alla distribuzione del calore nell’impianto in modo errato oppure perché è presente una bolla d’aria che ostacola la circolazione dell’acqua calda nelle condutture. Nell’ultimo caso è necessario eliminare completamente l’aria delle condutture e nei caloriferi. Prima di iniziare però controllate sempre la quantità d’acqua presente nell’impianto e se è necessario aggiungetene e spegnete la caldaia. Lo spurgo dell’impianto deve essere effettuato almeno una volta l’anno preferibilmente verso settembre. La valvola di spurgo in genere è posta nella parte alta del calorifero, alcuni sono dotati di una rotellina semplice da girare mentre per altri occorre una chiave speciale, esistono anche valvole di spurgo automatiche. Si consiglia sempre di iniziare con i caloriferi che si trovano al piano terra per poi mano a mano salire ai piani superiori. Non svitate mai completamente la valvola da dove fuoriesce l’acqua, se no rischiate di allagare il pavimento, prima di aprirla collocate al di sotto dello scarico una vaschetta o un contenitore per raccogliere l’acqua che fuoriesce. Una volta che esce prima l’aria poi l’acqua, ricordatevi di chiudere bene la valvola con forza. Dopo aver fatto questo lavoro per ogni calorifero controllate tutti i livelli dell’acqua presenti nell’impianto con un manometro e aggiungetene dell’altra se necessario e in fine riavviate la caldaia.
Share This

Nessun commento:

Seguici su

Google+ Followers

Lettori fissi

Designed By Blogger Templates