martedì 6 settembre 2011

Ripristino di una pavimentazione con il pavimento flottante.

Ripristino di una pavimentazione con il pavimento flottante.

Spesso in un appartamento è necessario rompere il pavimento per sistemare un guasto, solitamente succede per i tubi di riscaldamento, e di conseguenza è necessario dover risistemare le piastrelle.
A volte questo non costituisce un problema visto che si riesce a ripristinare il pavimento originario grazie ad una scorta di piastrelle acquistata al momento dell'acquisto del pavimento. Altre volte, invece, è necessario dover sostituire tutto il pavimento.
In realtà non è sempre necessario rimuovere tutte le piastrelle e mettere un pavimento nuovo, c'è, infatti, la possibilità di utilizzare pavimenti ultrasottili semplicemente poggiandoli su quello esistente, mascherando in questo modo il danno con soluzioni economiche e molto carine.

Il pavimento flottante in laminato sembra essere tra le varie alternative quello più consigliabile visto che non richiede nessun tipo di incollaggio e può essere messo in posa direttamente dal proprietario.
Questo tipo di pavimento lo si trova sotto forma di listoni in legno pressato con finiture simili al legno, molto resistente e idrorepellente. Sicuramente questo non è un materiale di grande pregio, ma è un'ottima soluzione quando si vuole spendere poco per un risultato gradevole e soprattutto duraturo.
Sistemarlo è molto semplice.
Una volta riparato l'eventuale danno che ha portato alla rottura del pavimento, sarà sufficiente stendere uno strato di sottofondo sulla parte in cui mancano le piastrelle portandolo a livello delle piastrelle restate integre.

Quando si è sicuri che il sottofondo è completamente asciutto, bisogna stendere un telo per impedire infiltrazioni di umidità e infine bisogna tagliare le porte per inserire il nuovo pavimento.
Adesso è possibile mettere i listoni sul pavimento semplicemente agganciandoli attraverso il giunto maschio-femmina di cui sono forniti. È opportuno, però, ricordarsi di lasciare una fessura di almeno 5 mm tra il pavimento e il muro, in modo da evitare sollevamenti del pavimento nel momento in cui il legno si allunga con i cambi di umidità.

I listoni di questo pavimento sono modellabili facilmente con un seghetto. Quando, invece, la forma del pavimento della stanza è troppo complesso, è opportuno preparare prima una sagoma in cartona da appoggiare poi sul listone per tagliarlo a misura.
Sistemati tutti gli incastri è la volta del battiscopa che andrà a coprire le fessure lasciate per la dilatazione.
Il pavimento, a questo punto, è già pronto per essere utilizzato.
Share This

Nessun commento:

Seguici su

Google+ Followers

Lettori fissi

Designed By Blogger Templates