mercoledì 6 luglio 2011

L'evoluzione tecnologica dei videocitofoni

L'evoluzione tecnologica dei videocitofoni


Nell'era della tecnologia e della digitalizzazione, i sistemi elettrici che sono propri e gestiscono le nostre case, si evolvono sempre più, migliorando da un lato le loro prestazioni, e dall'altro le nostre vite.
Ciò che prima non era assolutamente possibile, o addirittura impensabile, ora lo è, grazie a sistemi integrati in grado di svolgere più funzioni.
Questo è l'esempio dei videocitofoni, evoluzione dei classici citofoni, che possono vantare un piccolo schermo sul quale è possibile visualizzare chi si trova dall'altro lato dell'apparecchio.

Nell'evoluzione di questi apparecchi diverse funzioni vengono ampliate, i livelli di definizione aumentati ed è sempre più possibile procedere con varie personalizzazioni.
Il Video Display di Bi-Ticino, ad esempio, può essere definito l'emblema dell'evoluzione. È un videocitofono a colori, vivavoce e di piccole dimensioni, permettendo così l'alloggio in piccoli spazi. È dotato di una tecnologia digitale che permette un'alta definizione di riprese video, a colori e dispone di un'ottima qualità audio. Può essere, inoltre, collegato a tutte le funzioni domotiche di cui l'abitazione dispone, attiva allarmi, ad esempio, regola la temperature e attiva o disattiva diversi scenari domotici.

Con By-me di Vimar, invece, è possibile controllare ogni funzione dell'impianto videocitofonico, dalla comunicazione tra il videocitofono e la targa esterna, all'apertura del cancello esterno e della serratura, fino all'accensione della luce delle scale o del vialetto di accesso. Su questo apparecchio, i livelli di personalizzazione sono alquanto alti, le targhe, ad esempio, possono essere installate in diverse varianti, acciaio inox o bronzo, tutte ovviamente fornite di telecamera a colori.

E giusto per concludere in bellezza, l varie funzioni dell'apparecchio possono essere controllate anche attraverso un telecomando televisivo o addirittura il pc, grazie all'applicativo Vimar per Microsoft Media Center Mitho di Bpt, infine, è davvero l'ultima frontiera dei videocitofoni. A colori, touch screen, display LCD da 4,3”, in formato 16:9 wide screen. Permette una navigazione a tutto schermo con menu selezionabili senza l'utilizzo di tasti a vista. La navigazione, per quello che riguarda i menu, è molto semplice, intuitiva, basata su codici cromatici che facilitano l'associazione delle funzioni ai vari colori. È in grado di offrire, inoltre, diverse funzioni innovative, quali lo zoom dell'immagine, le segreterie videocitofoniche e i messaggi con audio vivavoce e cornetta integrati.
Share This

Nessun commento:

Seguici su

Google+ Followers

Lettori fissi

Designed By Blogger Templates