giovedì 1 agosto 2013

Come risparmiare energia elettrica d’estate

Come risparmiare energia elettrica d’estate

In piena estate, con l’aumento delle temperature, sono in molti coloro che non decidono di rinunciare al condizionatore, al climatizzatore o al ventilatore. Se l’utilizzo è ininterrotto (cosa sconsigliata per motivi di salute), la bolletta può essere più pesante. Ecco perciò alcuni suggerimenti su come risparmiare energia elettrica d’estate.

Il primo accorgimento di cui bisogna tenere conto, riguarda la riduzione dei consumi energetici, o meglio ancora l’ottimizzazione dei consumi di energia elettrica. Ventilatori, condizionatori o climatizzatori vanno sì utilizzati, ma in maniera intelligente, soprattutto prima di pranzo e prima di cena per mantenere fresco l’ambiente domestico. Dopodiché, vanno spenti, poiché la casa va areata nella maniera più naturale possibile, tenendo le persiane aperte di notte e semi chiuse nel resto della giornata. Rinunciando all’utilizzo del condizionatore per 4 ore nel corso della giornata nel solo mese di agosto consente di risparmiare 20 euro e 80 kg di CO2. Dovendo scegliere uno dei tre, è meglio il ventilatore del climatizzatore o del condizionatore per il semplice fatto che consuma decisamente di meno (valori dei consumi energetici mediamente inferiori di 15 volte).

Chi ha balconi grandi o terrazzi, possono montare tende, ombrelloni, aggiungendo il tavolino e qualche sedia. In questo modo sarà possibile trascorrere splendidi momenti all’area aperta, nella circostanza in cui non si riesca a stare dentro. Di che colore devono essere le tende? Meglio se bianche, poiché riflettono i raggi del sole. In riferimento a come risparmiare energia elettrica d’estate, occhio particolare anche a tutti gli elettrodomestici domestici che, dopo il loro utilizzo, vanno spenti. A partire dalla spia rossa della televisione. Altri consigli per spendere di meno sulla bolletta elettrica riguardano l’utilizzo della lavatrice e della lavastoviglie, poiché c’è in ballo anche il risparmio idrico. E’ preferibile utilizzare la lavatrice nelle ore più fresche della giornata, riducendo la frequenza dei lavaggi. La temperatura ideale è 60 gradi.

Per la lavastoviglie, così come per la lavatrice, si consiglia l’utilizzo a pieno carico. Per il resto occorre evitare le luci intense e ricorrere al piano cottura il meno possibile. D’altronde, in estate la maggior parte degli italiani preferisce cibi freschi e contenenti acqua. Conclusioni: ora che hai letto quest’articolo su come risparmiare energia elettrica d’estate, ti invito ad applicare questi suggerimenti anche per il resto dell’anno. Così facendo, spenderai decisamente meno in bolletta.

Share This

Nessun commento:

Seguici su

Google+ Followers

Lettori fissi

Designed By Blogger Templates